30° Congresso Nazionale SIF 2017 a Napoli: Premio Gian Camillo Donadi

Gian Camillo Donadi, Chirurgo Vascolare e raffinato Storico della Medicina, morì il 10 ottobre 1992.

Nel settembre del ’93, in occasione dell’VIII° Congresso Nazionale della Società Italiana di Flebologia decisi, in qualità di Presidente, di istituire la I° Edizione di un Premio a Lui intitolato, quale riconoscimento di particolari meriti in campo flebologico.

Perché intitolarlo proprio a Lui? In fondo avevo conosciuto i più grandi nomi della Chirurgia Flebologica Italiana (Glauco Bassi) e straniera (Raymond Tournay) e tutti mi avevano sostenuto nella mia decisione di fondare poi, il 14 marzo 1986, la Società Italiana di Flebologia.

Gian Camillo lo avevo conosciuto solo in seguito, nel settembre ’87, in occasione della sua entusiastica partecipazione al II° Congresso Nazionale SIF.
Apparteneva alla prestigiosa scuola milanese di Chirurgia Vascolare diretta dal grande Edmondo Malan; ciò nonostante aveva compreso che la figura di Flebologo moderno non poteva essere rinchiusa nei limiti culturali di una sola specializzazione:

  • non può un flebologo completo essere solamente chirurgo;
  • non può un flebologo vero essere solo uno scleroterapista;
  • non può un flebologo essere semplicemente un “fasciatore”.

E Gian Camillo aveva riconosciuto nella mia figura e nel mio intento di PRESIDENTE FONDATORE della Società Italiana di Flebologia una completezza di visione a largo raggio che Lui condivideva e incoraggiò negli anni a seguire, schierandosi a difesa della SIF negli attacchi che i chirurghi vascolari reiteravano accanitamente nelle varie sedi congressuali e non.

Mi invitò a scrivere con Lui il libro “Flebologia”, alla ricerca dell’identità storica della Nostra Materia le cui antiche origini si perdono negli empirismi della preistoria, in onore ad una memoria del Passato che rinforza la figura professionale del Futuro e senza la quale non può esistere il Presente.

Il libro che avevamo iniziato a scrivere verso la fine degli anni ’80 lo pubblicai postumo nel 1994 ed un volume mi fu persino richiesto dal Metropolitan Museum di New York per la fine iconografia raccolta in tutto il Mondo nei nostri viaggi mirati e quale unico testo dimostrativo delle antiche radici culturali di quella che oggi, anche grazie a ciò,è diventata Scienza Autonoma a pieno diritto, con un back-ground culturale ormai trentennale, purtroppo ancora oggi sconosciuto a molti.

Giuseppe Genovese
Presidente Fondatore SIF